L’acciaio recupera volumi

gennaio 15, 2017

L’acciaio recupera volumi

di Matteo Meneghello5 gennaio 2017

A conti fatti nacciaio-recupera-volumion può essere considerato un anno di ripresa, ma almeno il 2016 ha fatto segnare, per l’acciaio italiano, l’arresto di una spirale di caduta che durava da tre anni. Il 2015, sul piano della produzione, è stato un annus horribilis per la siderurgia nazionale, che ha toccato il punto più basso degli ultimi anni, con poco più di 22 milioni di tonnellate prodotte. Un livello produttivo che ha sancito la duplice difficoltà dell’Italia, con i lunghi afflitti dalla perdurante difficoltà del mercato dell’edilizia (e con il progressivo rischio-abbandono da parte di attori importanti dello scenario come il gruppo Lucchini) e con i piani zavorrati dall’andamento a singhiozzo dell’attore principale dello scenario siderurgico nazionale, vale a dire il gruppo Ilva. Senza contare le difficoltà dello scenario globale.

Il Sole 24 Ore
leggi su http://24o.it/LagTKn

Show Buttons
Hide Buttons

Leggi Info Privacy - OK per accettare
Read Info Privacy - OK to accept
Info Privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi